Pubblicato da: stefania | 2010/01/28

CITO IL CITABILE: DA CHARLES BUKOWSKI (ne seguiranno ALTRI)

Ho letto molti dei libri di questi autori e autrici con i quali condivido alcuni pensieri:

Iniziamo con CHARLES BUKOWSKI /1920-1994) POETA, madre tedesca, padre americano, los angeles, great depression, vino, scrivo, bevo, non scrivo, los angeles, una figlia, taccuinodiunvecchioporco, anni 49, the BlackSparrow per sempre, sesso, poesia, sbronze, LINDA LEE, matrimonio, PULP, tubercolosi>>>”DON’T TRY”

 “Quindi eccomi lì. Seduto ad ascoltare la pioggia. Se fossi morto in quel momento nel mondo intero non si sarebbe versata neppure una lacrima. Non che lo desiderassi. Ma era strano. Quanto solo poteva diventare un babbeo? Ma il mondo era pieno di vecchi stronzi come me. Che stavano seduti ad ascoltare la pioggia, a chiedersi dove va a finire tutto quanto. È quando capisci che sei vecchio, che stai li seduto a chiederti dove va a finire.
Bè, non va a finire da nessuna parte, non è che debba farlo. Ero morto per tre quarti. Accesi la TV.”

Di recente sento di poter sposare queste parole anche se sono lontana dall’età dello scrittore ma non dalla sensazione di finito che a volte mi assale. E ‘ quando sono su un autobus o sulla metro nelle ore non di punta. E’ quando sono in fila per pagare un ticket alla Asl. E’ quando mi trovo per strada in quelle giornate afose estive di periferia. E’ tutte quelle volte che incontro i vecchi e i loro sguardi. Io li guardo tutti i vecchi che incontro e non distolgo lo sguarda da qualcosa che potrebbe dare fastidio perchè è come leggere a chiare lettere: questo sarà il tuo futuro probabilmente. E nessuno, ancora giovane e in piena vita sociale, ha voglia di leggere sul retro la propria scadenza.

ANCORA BUKOWSKI:

“Come diavolo fai a dire che ami una persona sola, quando al mondo ce ne sono milioni che potresti amare molto di più, e la sola stronzata che ti fa parlare è il fatto che non le conoscerai mai nella tua vita… l’amore è una forma di pregiudizio, si ama ciò di cui si ha bisogno.”

Tutte le volte che guardo dentro me,  e non è che debba andare così nel profondo, mi basta anche solo cadere in pensieri personali, per ritrovare il mio io… ecco che grazie ad un resoconto a mente, senza nemmeno la calcolatrice della razionalità, penso che tutta quella pesantezza che ha accompagnato la mia vita e che ancora accompagna ogni singolo pensiero del cuore… non solo è assurda ma ho passato la vita (non riuscendo ancora a smettere) a SOPRAVVALUTARNE il valore. Andiamo… che l’amore non esiste per noi poveri terreni terrestri, ne ero a conoscenza già nei primi anni quando provavo quei piccoli battiti di cuoricino alle medie ma … perchè non eliminare del tutto questo argomento ISSATO invece a baluardo di ogni mossa del futuro.Come non sposare queste gratificanti e accettabili parole nei pensieri di Bukowski. Non posso nemmeno dire non esista l’Amore per qualcuno,  MA,  sulla totalità della popolazione mondiale perchè affaccendarsi a vivere in funzione di qualcuno al di fuori di noi. Forse l’aMORE ideale, quello letto nei libri, quello edificato e distrutto da battaglie, quello paradisiaco e dantesco.. forse quello di AMORE è esistito perchè  univoco… ma non so.

Noi finiti e mortali e NUMEROSI …dovremmo forse vivere con più leggerezza le cose del cuore .. che poi … più che al cuore, L’AMORE mi fa pensare al CORPO e aui suoi SENSI .. è lui il vero protagonista dell’amore. Il cuore batte perchè deve… ma una mano si muove e ti sfiora solo se lo vuole.

 Sempre CHARLES:

“These Words I Write Keep Me From Total Madness”

Leggendo diverse volte il caro  (non avendolo mai conosciuto, voglio pensarlo) buon (in tanti concetti un pò maschiocentrici non l’ho condiviso ma ho continuato a leggerlo) vecchio (mai) Charles… ho pensato che quel ritmo frenetico, a tratti dannato, tante volte volutamente spudorato, ho pensato a quanto peso dovesse portare dentro la sua anima se non addirittura dentro la sua vita, tutta.  Forse perchè leggendolo per la prima volta a 15-16 anni, mi colpì con il lessico che andava oltre tutti quei perfetti autori che avevo letto sino a quel punto, mi aveva affascinato con i contenuti densi e torbidi allo stesso tempo. Solo crescendo e tornando a leggerlo per un pò ho scoperto, così almeno sembra a me, che il buon vecchio Charles aveva sicuramente usato la scrittura per tirare fuori una parte di sè non certo facile da tenersi dentro ogni giorno con semplicità. Anche a me scrivere, aiuta a stare lontano da un buio claustrofobico o da una specie di sana follia che mi prende quando mi metto a ragionare con puntigliosa pesantezza sulle cose, le persone e i tempi… dimenticandomi che al centro devo per forza esserci anche io. Ci sono, per ora, pochi altri autori che mi hanno prelevata dalla quotidianità e che sono per me importanti, ognuno a loro modo: Sartre e Francis S. Fitzgerald. Non in assoluto ma relativamente a delle loro opere che ho letto probabilmente nel momento giusto …Bukowski è uno di loro. Lui, a differenza di altri, però, mi allontana spesso dalla sua lettura.. tutte le volte che non sono pronta ad accettare i suoi personaggi, come quando ti guardi allo specchio una mattina e ti detesti perchè in quel preciso momento ti vedi dentro e non trovi il coraggio di accettarti.

 

 


Responses

  1. l’ultima frase di qusto post mi ha colpito, è veramento bella, degna di una grande autrice…
    “il cuore batte perchè deve……..
    Sei grande

    • ma grazie!

  2. sto cercando il libro da cui è tratta la citazione che riporti anche tu “Come diavolo fai a dire che ami una persona sola, quando al mondo ce ne sono milioni che potresti amare molto di più, e la sola stronzata che ti fa parlare è il fatto che non le conoscerai mai nella tua vita… L’amore è una forma di pregiudizio, si ama ciò di cui si ha bisogno”. Sai indicarmi la fonte?

    • PURTROPPO no. Era un’annotazione che avevo. Credo si tratti più dei suoi pensieri non sono certa si tratti uno dei suoi libri (almeno quelli tradotti) . Comunque non sono attendibile, non ho letto abbastanza di Bukowski di recente. L’ho letto molto oltre 15 anni fa.. Comunque.. se lo riesco a trovare, te lo scriverò. Mi spiace non poterti essere utile.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: