Pubblicato da: stefania | 2009/09/29

DISTRICT-9

Domenica sera. Si esce : )

Cinema e senza passare per la cena.

1o minuti di blando traffico romano ed eccoci nel multisala di sempre.
Blanda anche la coda al botteghino stasera. ..La scelta già fatta a casa dopo una brevissima consultazione su internet degli orari e delle sale disponibili per

D I S T R I C T-9

 

“MI SCUSI? PUO’ RIPETERE?”

EHM…. DISTRICT NAAAAIN!

HM!

DISTRETTO NOVE

AH… DUE?

SI’ GRAZIE…ALLE 19…

ECCO A VOI

UHMMMM BENE il primo vero ostacolo lo abbiamo superato senza sofferenza (troppa) … ed eccoci seduti …

la sala è piuttosto piena (buon segno)

l’età media degli spettatori … (dai 30 ai 40 anni) : beeeeeeeene

Dopo appena 15 minuti di pubblicità dal sapore retrò e dalla presentazione dell’ennesimo capitolo (ripetuto) del PICCOLO Meyers….

ecco inzia…..SILENZIO SOSTENUTO IN SALA.

UFFAaaa ma io voglio i pop-corn della mia vicina… ne ha così tanti e io,  niente…

Hm.. e se adesso mi viene e devo andare in bagno… oddio… non ci sta nemmeno l’INTERVALLO… quanto durerà ….

shhhhhhhhhhhh INIZIA INIZIA.

————————————————-GAMBERONI——————————————-Johannesburg________________________________________________________

____________________WIKUS________________cibo per gatti IN scatola________

eMmeeNneU_______________________Christopher!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Dopo i primi quindici minuti in cui si capisce in un certo senso la location e la storia che dà il nome al film, pensi per qualche secondo anche di alzarti dalla comoda poltrona ed andare via. Invece, rimani lì visto che sei curioso di sapere che fine fanno i non-eroi e i degnamente cattivi che hai appena conosciuto.

No. Proprio non ti alzi, nemmeno quando alcune scene un pò splatter non ti fanno rimpiangere di aver saltato la cena e, anzi, rimani in silenzio insieme agli altri, con gli occhi sullo schermo e le orecchie in agguato. Guardi di sottecchi la tua vicina e noti che storce il nasino truccato da alcuni secondi e non mangia nemmeno più i suoi adorati e odoranti pop-corn… Non li mangia più quando i “gamberoni agguantano carne non fresca fatta a pezzi con armi poco convenzionali”.

Pensi, ecco il ghetto della Capitale Sudafricana, perfettamente calzante, non ti fornisce nemmeno un appiglio ad un qualche paesaggio decente, a qualche idea di bello, di qualcosa per cui vale la pena vivere insomma. Ma questi “gamberoni” non sono poi così odiosi e insopportabili, nemmeno cattivi, anzi… ti meravigli di come poteva essere carino e poco minaccioso un alieno un pò stupido e privo di qualsivoglia desiderio di conquista.

No, il Distretto-9, dopo oltre vent’anni, deve essere evacuato, senza perdita di tempo. I non-umani sono sporchi e mal tollerati dai già disperati che circondano la bidonville senza speranza, ridotta ad un’insulza discarica, dove gli unici umani, sono già feccia per via del contrabbando di ogni cosa. Dettaglio… che provengano dalla Nigeria.

I cattivi si occupano di produzione e vendita di armi e necessitano di poter usare le armi aliene e per questo usano tutti i mezzi a disposizione per arrivare all’umano scopo. I buoni… sembrano non esserci. L’unico quasi-non-più-umano-lentamente-gamberone dovrebbe essere il buono ma non è così all’inizio e alla fine sembra quasi far pena con il suo xxx in mano!

Ad un certo punto, sono passate quasi le due ore, vedi che l’astronave si smuove, i pezzi tornano al loro posto, la speranza non è del tutto sfumata ma nemmena certa. Un gamberone in miniatura (un gamberetto?) ci fa sorridere  tra un momento di tensione e l’altro ma senza sdolcinature eccessive.

Naturalmente, non sono qui a svelare nulla di pìù della trama che non banale e nemmeno scontata, lascia il desiderio di vederlo fino in fondo. Nessun attore è conosciuto abbastanza d’attirare l’attenzione più del dovuto. Tutto fila liscio come l’olio. Fino alla fine. Non è certo un film culto né d’autore ma ti dà alcuni spunti, ti fa pensare, ti rimanda a film di altri tempi, in bianco e nero, un film science-fiction che non va troppo sopra le righe e che non abbonda in effetti speciali scontati e punta molto sulla caratterizzazione dei personaggi all’interno di una sceneggiatura sicuramente non inedita al 100 per cento ma ben riproposta in chiave attuale.

Buona visione, attendo il vostro punto di vista!

http://www.district9movie.com/

 


Responses

  1. Ciao🙂 Sono d’accordo con la tua recensione.

    All’inizio anche io avrei voluto andare via poi però sono rimasto e devo dire che sono uscito soddisfatto.

    Certo, non siamo ai livelli alti dei “classici”, ma di questi tempi la fantascienza a tema alieno si fa desiderare e quindi bisogna accontentarsi..

    A presto!

    • CIAO E GRAZIE PER LA TUA RECENSIONE.
      E’ il primo commento che ricevo in tal senso.
      Vedo diversi film di ogni genere e questo mi ha comunque colpita visto che appunto di films in tema “alieno” non banali, scontati o effettistici,
      non è che se ne vedano molti.
      Gustoso il tuo blog.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: